Le montagne del Leshoto

Tra Genziane d’oro e d’argento, segnalazioni della giuria e premi speciali, sono davvero tanti i film che hanno vinto qualcosa alla sessantatreesima edizione del  Trento Film Festival. Forse addirittura troppi, anche se la moltiplicazione dei riconoscimenti va per la maggiore anche in altri festival, e non se ne può fare una colpa agli organizzatori trentini.

Il premio più ambito, la Genziana d’oro Gran Premio Città di Trento, è andato a Coming of Age, del regista Teboho Edkins, regista americano giramondo, che è cresciuto nel Leshoto, ma ha vissuto anche in Germania, Sudafrica e Francia.  E proprio sulle montagne del Leshoto Edkins ha scelto di raccontare la sua delicata storia di una amicizia tra due coppie. “Davanti all’obiettivo discreto del regista – scrive la  giuria – queste relazioni si sviluppano in un’affascinante aura di assoluta onestà, e la durezza dell’ambiente naturale è evocata in scene coinvolgenti. Un film di rara delicatezza”.

Ecco il trailer

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
LEGGI

Cinque giorni un’ estate

La montagna ispira i film maker. Ma sono  pochi i film sulla montagna che escono dal circuito dei festival…
LEGGI
LEGGI

Assassinio sull’Eiger

Il terzo film scelto per la nostra rassegna è Assassinio sull’Eiger, titolo originale The Eiger Sanction, diretto e interpretato…
LEGGI
LEGGI

La morte sospesa

“La morte sospesa”, di Kevin Macdonald, è il secondo film di montagna che abbiamo scelto per la nostra…
LEGGI
LEGGI

Il diritto di uccidere

Dalla batosta vietnamita  gli sconfitti hanno imparato una grande lezione. Le guerre si possono fare, a patto che…
LEGGI
LEGGI

Coltan senza sangue

Guardatele bene queste immagini di una miniera sulle montagne congolesi. Perché quelle che a un occhio occidentale potrebbero…
LEGGI
LEGGI

The way back

Con due anni di ritardo, è finalmente arrivato nelle sale italiane l’ultimo film di Peter Weir, il regista…
LEGGI