Un tango senza fine nella neve fresca

Ci siamo. È nevicato, riaprono piste e impianti di risalita e, con le dovute precauzioni, i cacciatori di neve polverosa possono già inforcare gli sci. Chi invece è obbligato a rimanere inchiodato alla scrivania o è impegnato nei mille altri lavori della vita (sempre che la crisi non abbia fatto evaporare anche quelli) può comunque immaginare di danzare tra i boschi innevati. Il vedo qui accanto, Tango Powder, di Daniel Kiradjiev, può aiutare a stimolare la fantasia anche di chi è costretto a stare in città e morde il freno pin vista della prima uscita con gli sci. E non pensi subito dopo aver guardato la prima sequenza, agli immensi pendii canadesi o alla polder d’oltre Oceano. Le immagini sono state riprese un anno fa in Europa, tra i boschi della Bulgaria. Dove, evidentemente, la penuria di precipitazioni invernali non si fa ancora tanto sentire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti
LEGGI

Le imbottiture – 3

di Salvo Gianì – È l’ultimo post della serie relativa ai capi di abbigliamento. Come i precedenti, raccoglie…
LEGGI
LEGGI

30 anni fa Reinhard Karl

Reinhard Karl, classe 1946, di Heidelberg, è morto sulla parete sud del Cho Oyu il 19 maggio 1982.…
LEGGI
LEGGI

L’angelo della Mole

Se n’è andato due anni fa. Era nostro amico da sempre. Si chiamava Jvan Negro, era una guida…
LEGGI
LEGGI

L’uomo che giocava

Per chi ha voglia di cercare, e di conoscere, le montagne custodiscono tesori inaspettati. E in montagna si scoprono…
LEGGI