Per ricordare Nones

Walter Nones al campo base Cho Oyu con Giovanni Macaluso e Manuel Nocker nell’autunno 2010.

Mercoledì 3 ottobre alle ore 21, nel Salone polivalente di Pinasca (To), si terrà una serata con fotografie e filmati a ricordo di Walter Nones, il forte alpinista trentino scomparso il 3 ottobre del 2010, nel corso di un tentativo di salita sulla parete sud ovest del Cho Oyu, in Himalaya. Il suo obbiettivo era un itinerario nuovo e privo di perioli oggettivi. Walter è precipitato dalla montagna per uno di quel casi davvero imprevedibili, che non sono imputabili né ad errori tecnici né a errate valutazioni della via. La causa dell’incidente sembra sia stata, con tutta probabilità, una raffica di vento infilatasi nella tenda, mentre Walter si preparava a partire. Un colpo d’aria che lo letteralmente strappato dalla montagna. Quello di Walter non era un tentativo solitario: con lui  c’erano Giovanni Macaluso e Manuel Nocker, rimasti illesi, e il progetto del gruppo era quello di tracciare una nuova tra la linea giapponese del 1994 e la via di Kurtyka-Loretan-Troillet. Nones era un giovane alpinista con un curriculum di altissimo livello e “con la testa sul collo”, che non accettava scorciatoie né compromessi. Anche perché l’alpinismo e la montagna erano il grande sogno della sua vita, e lui non capiva perché avrebbe dovuto macchiarli o rovinarli solo per arrivare prima al risultato.

A ricordarlo, nella serata del 3 ottobre, ci saranno il “ragno di Lecco” Luigino Airoldi e Roberto Mantovani. L’ingresso è libero e la manifestazione è a cura dell’associazione Diomedea. Per info: 347.5837722, assocdiomedea@alice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero interessarti
LEGGI

Le imbottiture – 3

di Salvo Gianì – È l’ultimo post della serie relativa ai capi di abbigliamento. Come i precedenti, raccoglie…
LEGGI
LEGGI

30 anni fa Reinhard Karl

Reinhard Karl, classe 1946, di Heidelberg, è morto sulla parete sud del Cho Oyu il 19 maggio 1982.…
LEGGI
LEGGI

Adieu Maurice Herzog

Giovedì 13 dicembre, all’età di 93 anni, in una casa di riposo di Neuilly-sur-Seine, in Francia, è morto…
LEGGI
LEGGI

L’angelo della Mole

Se n’è andato due anni fa. Era nostro amico da sempre. Si chiamava Jvan Negro, era una guida…
LEGGI
LEGGI

L’uomo che giocava

Per chi ha voglia di cercare, e di conoscere, le montagne custodiscono tesori inaspettati. E in montagna si scoprono…
LEGGI