Storie mondiali, Germania 1974

Organizzato con efficienza e precisione tipica dei tedeschi, questo mondiale vede la predominanza del vecchio continente sul Sudamerica. Oltre alla Germania padrona di casa, si affacciano alla manifestazione iridata nuove realtà calcistiche, come Polonia e Olanda. Soprattutto gli olandesi, inventori del calcio totale, sono la vera rivelazione del torneo disponendo di giocatori fenomenali del calibro di Cruijff e Neeskens. L’Italia spaccata nello spogliatoio, con Valcareggi che non riesce a tenere unito il gruppo, incappa in un altro mondiale fallimentare. Vinciamo…

Uno scenario inquietante

Dal sito www.iltorinese.it, con il consenso dell’autore Giusi La Ganga, riprendiamo questa analisi della situazione politica, che ci pare particolarmente interessante. Quando le cose sono complicate e l’emotività è grande, il dovere di un politico è quello di usare il cervello, di capire le ragioni degli avversari, di entrare in sintonia con gli elettori prospettando una via d’uscita, e di saper guardare un po’ più avanti dell’immediato. Questa premessa è indispensabile se vogliamo provare a capire cosa può avvenire in…

Parliamo d’altro

Lo spettacolo offerto dalla politica è deprimente. E tale resterebbe anche se Di Maio o Salvini, insieme o con qualche aiutino esterno, ottenessero i voti per governare, o se il PD trovasse il modo di uscire dalla sua quasi irreversibile crisi.  Quindi parliamo d’altro, e cioè della notizia — fonte l’istituto superiore di sanità — che in Italia la copertura vaccinale per il vaccino esavalente è arrivata al 95%, mentre quella per il morbillo è salita di sei punti percentuali…

Il reddito di cittadinanza

Nel dopo voto “social” tutti esortano alla riflessione: vincitori e vinti, protagonisti e comprimari, eletti e trombati, commentatori di professione e leoni della tastiera. Esortano, ma non riflettono, perché la riflessione richiede un grado minimo di competenza sugli argomenti affrontati, o il tempo necessario per documentarsi.  Quindi preferiscono gridare, insultare o fare il tifo. Il reddito di cittadinanza è uno dei temi del momento. In campagna elettorale è stato uno dei cavalli di battaglia dei Cinque Stelle, e molti sostengono…

Storie mondiali, Messico 1970

La Fifa affida al Messico l’organizzazione della nona Coppa Rimet, è un’edizione spettacolare quella del ’70, unico problema è l’altitudine -si gioca a più di 2000 metri dal livello del mare – che crea imbarazzo, soprattutto alle squadre europee. Svolta anche nei regolamenti, per la prima volta sono previste due sostituzioni e noi italiani impareremo a convivere con la parola: “staffetta”. Partiamo proprio dalla nostra nazionale che è campione d’Europa in carica, ma nessuno se ne accorge vista la partenza:…

Il PD ago della bilancia

Prima o poi dallo stallo provocato dal “rosatellum” bisognerà uscire, visto che la prospettiva di un ritorno alle urne con lo stesso sistema elettorale è impraticabile: sarebbero contrarie non soltanto le due forze che hanno vinto le elezioni e insieme hanno la maggioranza assoluta dei seggi, ma anche molti parlamentari degli altri partiti, a rischio di definitiva scomparsa. Dunque un governo si farà. Resta da vedere quale. L’ago della bilancia è il PD che Matteo Renzi ha ingloriosamente condotto a…

Il dilemma di Mattarella

Missione compiuta: il “rosatellum” ha ottenuto lo scopo, consegnandoci un parlamento ingovernabile, senza maggioranze autosufficienti. Ma il crollo del PD e di Forza Italia ha complicato i piani dei suoi ideatori, e allontanato l’obiettivo delle larghe intese che doveva avere come perno proprio l’accordo tra i due grandi sconfitti. Nei prossimi giorni le carte le daranno i Cinque Stelle, forti dello straordinario successo ottenuto,  e la Lega, che ha vinto la sfida all’interno della coalizione di destra. Entrambi accampano diritti,…

Storie mondiali, Inghilterra 1966

L’11 luglio la Regina Elisabetta dichiara aperta ufficialmente l’ottava edizione della coppa Rimet. I padroni di casa sono i favoriti alla vittoria finale, gli inglesi non possono farsi sfuggire la ghiotta occasione. L’Italia vuole lasciarsi alle spalle la disastrosa spedizione cilena. Partiamo bene: ci prendiamo la rivincita sul Cile (2–0), perdiamo 1-0 contro l’URSS, una sconfitta che non ci scompone, ci attendono i “Ridolini” nord coreani e già pregustiamo una passeggiata di salute. A Middlesbrough, va in scena il drammone…

“Trieste”, romanzo documentario

Ma la storia non vuole cornici. La storia preferisce rimanere aperta, perché possa essere continuamente aggiornata e moltiplicata. In “Trieste”, di Daša Drndić, edito da Bompiani,  c’è più Gorizia che Trieste, a partire dall’Isonzo – il Soča – come canta Ungaretti: Questo è l’Isonzo / e qui meglio / mi sono riconosciuto / una docile fibra / dell’universo, per continuare con la Grande Guerra e tutto ciò che seguirà. Non è un semplice romanzo, come lo definisce l’autrice è una narrazione documentaristica ed è…