Una nazione in lutto

La nazione è in lutto. Undici atletici giovanotti, mettendo in mostra un variegato campionario di tatuaggi e una desolante mancanza di talento, si sono fatti buttare fuori dalla fase finale del campionato del mondo, pareggiando con la Svezia una partita che dovevano assolutamente vincere. Una eliminazione che brucia, visti i trascorsi di una squadra capace di conquistare l’ambita coppa ben quattro volte. E infatti l’unico precedente risale 1958, come hanno  fatto notare tra l’incredulo e l’indignato tutte le televisioni e…

Gli eterni campioni

Il contatto fisico non c’é, ma questo non vuol dire che lo scontro sia meno violento. Anzi, gli scacchi, secondo l’ex campione del mondo Garry Kasparov, sono lo sport più violento che ci sia: vincere è importante non soltanto per il punteggio, ma anche per l’amor proprio, perché è la dimostrazione di una vera o presunta superiorità sul piano della intelligenza.  Ed è per questo che le sconfitte sulla scacchiera disturbano anche sul piano emotivo, e ogni partita viene combattuta come se si…

Una questione privata

Considero Beppe Fenoglio il più grande scrittore italiano del Novecento, dunque non ho potuto fare fare a meno di andare a vedere “Una questione privata” dei fratelli Taviani. Ma ci sono andato un po’ controvoglia, perché immaginavo che ci avrei trovato molto dei due registi, e poco di Fenoglio. Così è stato, a cominciare dall’ambientazione: non la Langa, ma la Val Maira, il saluzzese e Lanzo. Pare che la scelta sia stata giustificata con lo stravolgimento dei paesaggi di Langa…

Nel segno di Gramsci

Giovani artisti  nel segno di Gramsci. Una quarantina di opere, visibili fino al 12 novembre nelle vetrine di alcuni negozi del centro di Torino, interpretano il pensiero di uno dei più importanti intellettuali e politici del Novecento italiano, e dimostrano che è ancora per molti versi attuale. Il pubblico può esprimere le sue preferenze, contribuendo, insieme al voto on-line e a una giuria di esperti, a determinare i vincitori. Ma il progetto Home è qualcosa di più di un concorso. Nelle intenzioni dell’istituto Gramsci piemontese,…

Patrimoni per il futuro

Il  futuro del patrimonio documentale italiano è reso incerto dalla riduzione delle risorse pubbliche e private disponibili, dalla casualità delle loro erogazioni, da una offerta culturale che sembra puntare sui singoli eventi, e trascura lo studio e la formazione.  Soltanto se i canali di conoscenza e di studio funzionano la società è in buona salute. Convinto di questo l’Istoreto, l’istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea, ha organizzato una tavola rotonda che si terrà venerdì 10 novembre alle 15 a Torino, a Palazzo San Celso,…

Weinstein e dintorni

Faccio una doverosa premessa. Weinstein si è comportato in modo spregevole, e secondo la polizia di New York è andato anche oltre, commettendo reati che probabilmente lo porteranno in carcere. Dunque non ho nessuna simpatia per lui, anche se non posso dimenticare che nei ritagli di tempo tra una molestia e l’altra ha dimostrato di saper fare il suo mestiere, producendo alcuni film di grande valore. Ma non ho simpatia neppure per le vittime di Weinstein che hanno taciuto per convenienza,…

Pulvis et umbra, ritorna Schiavone

“Allora bisogna che qui al nord cominciate a imparare l’uso esatto dei termini e delle locuzioni romane”. Paradossalmente, mentre usciva in libreria “Pulvis et umbra” di Antonio Manzini (agosto 2017), in un prato di Fénis veniva ritrovato un cadavere carbonizzato (reale). E’ stato il giallo dell’estate in Valle d’Aosta. Si è risolto quasi due mesi dopo senza l’intervento di un Rocco Schiavone vero perché la soluzione è arrivata dalla Francia. Questo per dire che, come sempre, la realtà supera di gran…

Prigionieri politici

XXI secolo, lunedì 16 ottobre 2017, ore 22.34. La Spagna (ma anche l’Europa) ha i suoi prigionieri politici come non avveniva dai tempi del franchismo. Jordi Sànchez e Jordi Cuixart presidenti, rispettivamente, di Assemblea Nacional Catalana e Omnium Cultural, le due associazioni che hanno avviato al di fuori dei partiti, lavorando nell’opinione pubblica, il grande movimento per l’indipendenza della Catalunya, sono stati arrestati e portati nella prigione di Soto del Rey alla periferia di Madrid. Detenzione senza cauzione è quanto ha…

L’azzardo di Renzi

Le primarie non servono. Il candidato premier sono io. A meno di ventiquattro ore dalla approvazione della nuova legge elettorale Matteo Renzi ha scelto Repubblica, sempre più “house organ” del renzismo,  per ribadire che non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro. Era facilmente immaginabile, visto l’ego ipertrofico del personaggio e la propensione al rilancio azzardato messa in mostra dopo le battute d’arresto subite nel corso degli anni. Ma spiazza chi è impegnato nel difficile tentativo di superare le…