Aspettando Bella Ciao

Voglio spendere due parole sullo spettacolo di mercoledì 4 luglio alle 21.30 in Piazzetta Reale per la rassegna Torino Estate Reale. Dico questo perché spero che tutti i 1500 posti allestiti trovino un occupante e a quanto ho visto al botteghino, andando a comprare ben 12 biglietti, in prevendita mi pare che le cose promettano al meglio. Anzi, mi ha fatto piacere sapere che alcuni amici interpellati hanno già visto lo spettacolo in altre occasioni. Oggi più che mai è giocoforza…

La favola bella delle Olimpiadi

Nel dibattito sulla possibile ri-candidatura di Torino alle Olimpiadi invernali 2026 vedo cose che noi umani non ci saremmo immaginati. Diciamo pure una grottesca cagnara. Tanto per cominciare, di che cosa stiamo discutendo? Quante probabilità concrete ci sono che Torino sia di nuovo scelta, appena dodici anni dopo il 2006? Vogliamo ricordare en passant che dietro la decisione del CIO a Seul nel 1999 si stagliava una figura non proprio umile, che rispondeva al nome di Gianni Agnelli? Abbiamo dimenticato…

Storie Mondiali, Brasile 2014

Nel 1950 il Brasile nel Mondiale fatto in casa s’era inabissato nella disfatta del Maracana contro l’Uruguay. Una tragedia nazionale che mai si cancellerà. Poi era arrivato Pelé, e con O’ Rey e una Nazionale di fenomeni, tre titoli mondiali, poi un quarto nel ’94, il quinto nel 2002 e la voglia, ad un certo punto, di cacciare i fantasmi del ’50, cercando, e trovando, la strada per organizzare il Campionato del 2014. Ovviamente per vincerli. I conti col passato,…

Storie mondiali, Sud Africa 2010

Il mondiale   del 2010 sbarca in Africa. Blatter mantiene le sue promesse elettorali e regala l’organizzazione di una fase finale anche al continente più bistrattato di sempre. A prendersene carico è il Sudafrica di Mandela, che solo dieci anni prima era fuori della FIFA e che ha dalla sua condizioni economiche adatte a garantire una manifestazione di qualità. E’ il mondiale dei colori, dei canti e delle vuvuzelas, sarà il primo mondiale al di sotto dell’Equatore dopo quello del 1978….

Storie Mondiali, Germania 2006

E’ l’estate più “calda” e incredibile che il calcio italiano ricordi. Si parte a maggio, con lo scandalo Calciopoli. Si arriva a chiedere l’esclusione della nostra nazionale dal mondiale tedesco, per passare dal dramma di Gianluca Pessotto. Un mondiale tutto da rivivere. La Germania apre le danze il 9 giugno, a Monaco di Baviera, nel gruppo A contro il Costarica in una partita divertente, protagonisti Lahm e Frings autori di due gol spettacolari. La sorpresa del girone è l’Ecuador, che…

Gommoni a perdere e soccorsi in mare

Un gommone di dieci metri con un motore potente, in grado di portare con comodità e sicurezza dalle otto alle dieci persone in una lunga traversata,  costa almeno sessantamila euro. Quelli che si vedono nelle drammatiche immagini di questi giorni non sono prodotti da aziende note, e sembrano costruiti al risparmio, con il solo obiettivo di restare a galla per il periodo di tempo limitato di una traversata. Lunghi e stretti, viaggiano sovraccarichi e hanno motori di piccole dimensioni, che…

Storie mondiali, Corea-Giappone 2002

Il mondiale Nippo-Coreano si apre subito con una sorpresona: la Francia, campione del mondo in carica, stecca la partita d’esordio e viene battuta dal debuttante Senegal per 1-0. Nello stesso girone delude anche l’Uruguay che perde contro la Danimarca. La Francia, dopo aver impattato 0-0 con gli uruguagi, perde anche contro la Danimarca 2- 0: le reti di Rommedahl e Tomasson. I transalpini colpiscono due pali con Desailly e Trezeguet ed escono clamorosamente dal torneo. Avanti i Danesi e il…

Una scacchiera nel cervello

Non pensate che sia sempre facile essere incazzati. Certe volte fa piacere scoprire di essere stupidi come gli altri. Sorpresona. L’avevo comprato al Salone del Libro di Torino senza saperne nulla. Mi sono trovato di fronte a una storia originale, una narrazione ben congegnata, insomma è un libro straordinariamente bello. L’autore, Alain Gillot,  è un francese sessantacinquenne, già giornalista sportivo e sceneggiatore. Ha pubblicato La surface de Réparation, è il titolo originale, nel 2015 da Flammarion. Per edizioni e/o è uscito…

Storie mondiali, Francia 1998

Dopo 60 anni esatti si torna in Francia, torneo ampliato a 32 squadre. Favorite d’obbligo: Brasile, campione in carica, e con una freccia in più nel suo arco di nome Ronaldo. La Francia, ovviamente, padrona di casa guidata dal geniale Zidane. Si parte il 10 giugno, con la partita inaugurale fra Brasile e Scozia. I brasiliani non impressionano, ma vincono 2-1. Nello stesso girone, sorprende il Marocco che strapazza la Scozia per 3-0, ma viene eliminato dalla “clamorosa” vittoria della…