Gli alpini all’Aquila

Non ci aspettavamo di vedere la città ridotta in queste condizioni”. Oltre trecentomila alpini hanno invaso l’Aquila per il loro annuale raduno. E molti sono rimasti colpiti dalle condizioni del centro storico a sei anni dal terremoto che lo ha devastato, dove tra l’altro proprio gli alpini erano intervenuti con efficacia per prestare i primi soccorsi. Una ferita aperta, che è un atto d’accusa per i governi che da allora si sono alternati. E anche per il sistema dei media, che evidentemente non è stato capace di far penetrare nella coscienza collettiva del paese una corretta percezione dei fatti.

Del terremoto si è parlato molto, a volte anche a sproposito, lodando iniziative che esistevano soltanto sulla carta, minimizzando i problemi, esaltando personaggi che con il senno di poi sarebbe stato meglio collocare nelle cronache giudiziarie. In questi giorni, ritrovandosi all’Aquila nel consueto clima di festa e di amicizia e  mescolandosi alla popolazione, gli alpini d’Italia hanno avuto l’occasione di toccare con mano quello che gli obiettivi delle telecamere e i resoconti dei giornali tendono a sterilizzare. E la grande sfilata conclusiva, che si sta tenendo proprio in queste ore, dà agli aquilani la speranza che i problemi della loro città ferita tornino ad essere, almeno per un po’, una questione di interesse nazionale.

Il ricordo, la ricostruzione, il dovere. Questo è scritto nella prima pagina del sito ufficiale della manifestazione. Ed è qualcosa di più di uno slogan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti
LEGGI

30 anni fa Reinhard Karl

Reinhard Karl, classe 1946, di Heidelberg, è morto sulla parete sud del Cho Oyu il 19 maggio 1982.…
LEGGI
LEGGI

Le imbottiture – 3

di Salvo Gianì – È l’ultimo post della serie relativa ai capi di abbigliamento. Come i precedenti, raccoglie…
LEGGI
LEGGI

Le montagne di Roma

Con 272 sì, 153 no e 15 astenuti la camera ha definitivamente approvato la legge sull’Imu agricola, che…
LEGGI
LEGGI

Il compleanno di Ötzi

Il 19 settembre del 1991 dal ghiacciaio del Similaun in ritirata, a pochi metri dal  confine tra Italia e…
LEGGI
LEGGI

Non sempre si può vincere

Il problema è sempre lo stesso: imbattibili o quasi in Italia, balbettanti in Europa. Solo chi osserva con…
LEGGI