I segreti di Buster Keaton

A Natale si va al cinema. Accade in tutto il mondo, e in Italia è stato addirittura coniato un neologismo, “cinepanettone”, per indicare un film appositamente girato per essere visto durante le festività da un pubblico familiare e senza particolari pretese.

Anche noi di Oltre il Ponte, in occasione del nostro primo Natale, abbiamo scelto per i nostri lettori alcuni spezzoni di film che ci riportano indietro nel tempo di quasi cento anni, e hanno un protagonista quasi dimenticato dal grande pubblico, ma considerato dalla critica una delle figure più importanti della storia del cinema: Buster Keaton.

Nato nel 1895 e morto nel 1966, Keaton fu un attore, regista e sceneggiatore americano. Ebbe il suo momento migliore nel periodo cinema muto, e divenne celebre per la maschera impassibile e triste che riusciva a conservare nel corso delle più comiche e rocambolesche avventure.  Ma i suoi film possono essere visti su due livelli. Quello del semplice divertimento, e quello, più sottile, che li guarda da un punto di vista tecnico, apprezzandone la straordinaria modernità delle idee e le non comuni doti fisiche del protagonista. Che non usava controfigure. 

Dal canale Youtube  di Tony Zhou, che trovate all’indirizzo http://www.youtube.com/user/everyframeapainting/videos, vi proponiamo questa analisi della comicità di Buster Keaton.

Potrebbero interessarti
LEGGI

L’affare Dreyfus

A 86 anni, quando non è impegnato a difendersi da denunce più o meno fondate per i suoi…
LEGGI
LEGGI

Parassiti senza speranza

Palma d’oro 2019 a Cannes, “Parasite” del regista coreano Bong Joon-ho è un film potente e crudele, che…
LEGGI
LEGGI

TFF bene, non benissimo

Difende le sue posizioni, il Torino film festival, che si è concluso da alcuni giorni. I dati di…
LEGGI
LEGGI

Assassinio sull’Eiger

Il terzo film scelto per la nostra rassegna è Assassinio sull’Eiger, titolo originale The Eiger Sanction, diretto e interpretato…
LEGGI
Il materiale e l'immaginario
LEGGI

Il materiale e l’immaginario

“La conoscenza di Remo Ceserani risale alla fine degli anni Settanta. Con Lidia De Federicis avevamo progettato una storia letteraria per le scuole superiori di nuovo genere, per la quale era necessario individuare un coautore capace e disponibile. Proprio in quegli anni la rivista Belfagor presentava interventi diversi sul modo di affrontare l’insegnamento della letteratura. Quello proposto da Ceserani si avvicinava molto alle nostre aspettative. Decisi di interpellarlo, e…
LEGGI