L’inganno di Sofia

Collegio femminile in uno Stato del Sud durante la guerra di secessione americana. Dopo tre anni la situazione è confusa.  I confederati tengono ancora il territorio, ma ci sono truppe allo sbando, disertori. Un soldato dell’Unione, ferito, arriva nel bosco attorno al collegio e viene trovato da una bambina dodicenne uscita a raccogliere funghi. Tra le istitutrici e le studentesse prevale lo spirito di carità cristiana nei confronti del ferito sul dovere di denunciare alle truppe sudiste la presenza di…

Lovers perde colpi

Alcuni lo avevano percepito durante i giorni delle proiezioni, così, a occhio. E ora gli organizzatori lo ammettono e finalmente lo fanno sapere: il festival di cinema gay, svoltosi a metà giugno scorso e ribattezzato Lovers, anzi, “Lovers film festival – Torino Lgbtqi visions”,  per una presunta e forse sedicente necessità di internazionalizzazione, ha perso spettatori. Hanno impiegato 4 mesi per contarli, il nuovo giovane direttore Irene Dionisio, che ha sostituito il fondatore del festival Giovanni Minerba, direttore per più…

Babylon Sisters

Babylon Sisters, il primo film del mio amico Gigi Roccati, è da oggi nelle sale italiane. Non l’ho ancora visto, ma sono sicuro di non sbagliare nel consigliarlo, perché Gigi è una persona di valore. Se fa una cosa la fa bene, evitando i compromessi e restando fedele alla scelta di impegno civile ereditata dal padre Cesare, grande giornalista e sindacalista a Torino. Documentarista di formazione, con Babylon Sisters Gigi è arrivato al lungometraggio di finzione conservando tutta la sua…

I segreti della Neve Nera

Sempre bei film da Movies Inspired e al cinema Classico di Torino che li propone. Lo dicevano anche alcuni spettatori giusto ieri sera davanti alla sala prima di entrare. Film non di cassetta, piccoli tesori di nicchia, autori e cinematografie sconosciute, ma sempre molto interessanti. Come produzioni islandesi, rumene, argentine come questo Neve Nera che ha in Ricardo Darìn (Cosa piove dal cielo, Storie pazzesche, Truman) l’attore di spicco. Il dramma, perché di un dramma si tratta, si svolge come nelle migliori tradizioni all’interno…

Due belli, uno noioso

Negli ultimi giorni ho visto tre film, due belli e uno pieno di buone intenzioni, ma noioso. Quelli belli erano il monumentale Dunkirk, del britannico Christopher Nolan, e il più raccolto, ma non per questo meno corale, The Teacher, del regista ceco Jan Hřebejk. Quello noioso Il colore nascosto delle cose, dell’italiano  Silvio Soldini. Di Dunkirk si è detto e scritto di tutto, dunque mi limiterò a sottolineare il geniale alternarsi temporale delle tre storie ambientate nei giorni del miracoloso…

Cézanne e i suoi magnati

A Martigny, a pochi chilometri dal confine italo-svizzero per chi passa dal Gran San Bernardo, si può visitare fino al 19 novembre una delle mostre più interessanti dell’estate: Paul Cézanne, il canto della Terra. Un appuntamento da non perdere, perché la fondazione Pierre Gianadda è riuscita a raccogliere dai musei di tutto il mondo una grande quantità di opere che raramente vengono concesse in prestito: una cinquantina di paesaggi, dodici nature morte, quindici ritratti di amici e autoritratti, e una…

L’uomo e la terra secondo Burtynsky

Sarà la mostra dell’estate ad Aosta, che non bisogna perdere. Magari portandoci i bambini per far vedere loro come abbiamo ridotto il pianeta. Edward Burtynsky, L’uomo e la terra è il titolo dell’esposizione al Centro Saint-Bénin di Aosta che resterà aperta fino al 1 settembre. Burtynsky è un fotografo canadese di grande fama che da oltre trent’anni focalizza la propria ricerca artistica sul rapporto uomo e natura documentando la trasformazione del paesaggio “a servizio” del progresso. Una sua frase, riprodotta sui…

Una donna per la Mole

Naviga da tempo in acque molto agitate il Museo del cinema, senza direttore da sei mesi, un bilancio in perdita nonostante un aumento di visitatori e incassi, e ora anche un’inchiesta della magistratura proprio sui conti della Mole. Senza dimenticare, poi, un taglio di 600 mila euro di contributi da parte del Comune di Torino, la forbice che ha investito tutte o quasi le attività culturali. Ma intanto, seppure in ritardo, c’è una buona notizia. Il Museo ha un nuovo…

Lovers, bilancio senza numeri

E’ stato tutto un sussurrare critiche e un mormorare dissenso, con il condimento, sempre a bassa voce, di qualche polemica, la 32esima edizione del festival di Cinema gay, ovvero da quest’anno Lovers, che si è svolto dal 15 al 20 giugno: e dopo ben otto-giorni-otto, non sono stati ancora resi noti i risultati di biglietteria, abbonamenti, incassi, presenze nelle sale, i dati che insomma, nel bene e nel male, fanno parte a pieno titolo del successo o dell’insuccesso di questa…